Calamitosvs Omine

by Grieving Mirth

/
  • Cassette + Digital Album

    IOR017 Grieving Mirth - Calamitosvs Omine
    Atmospheric Post-Black Metal (MEX/USA/UK)
    Limited Edition to 50 Cassettes
    It Includes Embroidered Patches

    Includes unlimited streaming of Calamitosvs Omine via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days

      $6 USD or more 

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      $4 USD  or more

     

1.
05:44
2.
3.
04:57
4.
04:03
5.
06:56

about

IOR017 Grieving Mirth - Calamitosvs Omine
Atmospheric Post-Black Metal
Limited Edition to 50 Cassettes
It Includes Embroidered Patches

credits

released August 19, 2015

Recorded at Lost Hills Studio in Laredo, Texas sometime between late 2011 and early 2012. Vocals were recorded in September of 2014 at Antigravity Studios in London, UK

All music and lyrics by Grieving Mirth
Mixing and mastering by Marco Santini
Bass session by Serpentor
Clean Vocals by Marco Santini

tags

license

all rights reserved

about

InductiveOppressionRecords Mexico

It is a new label, dedicated to providing support for new independent bands to make themselves known by releases of short duration (demo, ep, single) in strictly limited physical formats (Pro-Cdr & Tapes). with issues very nice, worthy of collectors and lovers of genres such as Doom, Black metal & Subgenres, Drone, Ambient, Shoegaze, Post-Rock and Neofolk. ... more

contact / help

Contact InductiveOppressionRecords

Streaming and
Download help

Track Name: Malaugurio
Malaugurio (Bad Omen)

Eterno scontento e malaugurio
è ciò che io porto e ciò che incarno
da morto son' niente come'ero da vivo
ho mentito ai dottori ho mentito anche a Dio

Non sogno gioie ne colori ne amori
sono un'esile scheletro instabile
Cristo, non so più che sperare
dove finire?
non v'è un futuro per noi

E ricordare è solo un'altra sconfitta
maledico quei sogni di vite
gioie false, ma per me comunque mai arrivate
solo buio è stato
senza mossa alcuna...

Mai più illusioni o buoni propositi
mai più mettersi in gioco tanto è solo per perdere
oggi non mi muovo e per quello che serve,
non chiedo perdono ne assoluzione..

Bloccato nella mia dimensione
di rimpianto e infinita agonia
piangendo fino all'infarto
mentre vedo morire
ogni cosa a me vicina...

Ho tanto freddo, perché nessuno capice?
che pur stando fermo mi soffocano
tremende novità
ma per chi son nato?
se poi nessuno c'è mai stato

Il mio aspetto mostruoso
e una sala d'attesa
il mio nome ridicolo
e nessuna sorpresa
da morto son' niente come'ero da vivo
ho mentito ai dottori ho mentito anche a Dio

E le loro risate e le loro famiglie
le trascinerò tutte giù nel mio baratro nero
Eterno scontento e malaugurio
è ciò che vi porto è dove conduco

This one is just a cry of pain of someone who's been left alone by life itself. Someone who can't face everyday. He says he's stuck into his dimension of regret and endless agony and he's sure that he's dead among the living. When he was alive, he was nothing and now that he's dead he's still nothing so he's like a ghost that cries and cries because he does not deserve all this suffering but at the end he becomes the "sufferance" and curses life.
Track Name: Indelectectavs
Indelectatvs (Discontent)

Per non muoversi mai
immobili restare come radici morte
che affogano sotto terra
fino a divenir parte
d'un vuoto assordante
che divora senza fine
ogni respiro e ogni pulsione.

Fino alla cessazione di preghiere e piaghe
e sormontare e scavalcare
il concetto demiurgico dell' esistenza umana
prendendo parte soltanto nell'indomabile
Caos oltre eterno!
salvatore sinistro che spegnerà ogni stella
azzerandone tutta l'energia.

Come un'aborto violento
sentir che un teschio s'infrange
riecheggiando nel buio senza fine
tuonando nelle profondità abissali
di questa Nigredo che ha attecchito fino agli astri

E poi ancora lacerando ogni organo debole
rendendolo amaro o dissolvendolo nell'acido
chiamo te oh Malcontento Spettrale
DIVINA MORTE !
ossa opache, eterno giudice
ora dicci se stiamo esistendo davvero...
oppure no?

-

This first song is about depression devouring one's will to live and to survive, it is about trying to quit because there's no more hope as the Nigredo has painted everything around in black. At the end there's some kind of "trascention" through the Death, asking her if we are really alive or not because we are not sure of that anymore.
Track Name: Optio
Optio (Choice, or option, this title is in Latin may have different meanings)

Sophia,
meretrice del cosmo
che sia Mahapralaya!
Yalda Baoth,
sbranato dall'uroboro in dissoluzione
Luce Nera illumina!

Shekhinah,
sbranato dalla fine del tempo
Creata,
l'anti-creazione
dissolto verrà l'Aion Teleos
veni omnipotens aeterne Diabolus!

Ho visualizzato il sigillo
che mi permetterà di arrivare
alla conclusione, alla ricerca finale
per nulla mai più prevedere
e mai più dover ritentare, ritornare

Ora che tutto è deciso
ora tutto è segnato e più chiaro
nel Caos io verrò dissolto
nel Caos farò il mio ritorno

Dopo mesi di studio
ho così scelto una Notte
ho così scelto perfino la mia ora
quando sarà quel momento
amore ti imploro
non trattenermi qui ancora!

Trascenderò verso l'abisso
ti prego però, ricorda il mio viso
ricordami amore solo nella meditazione
dimentica il pastore
rinnova la Fede al Sole Nero.

--
This one is my favourite as it is in line with my style and kind of lyrics. The music inspired me and that's what came out of this beautiful song. It is the only one to be about "esoteric" tradition and it is also the only one to be "triumphant" and not depressing. It is about suicide, yes but seen from another perspective. Suicide as liberation from human futility to rejoice in darkness and Evil and join the Acausal.(the Satanic Evil that is not the human kind of evil). It's someone's prediction to what will happen to his human body before the final ritual, the final hour. I honestly think this is the best one of the EP and the only one I really feel close to.
Track Name: Mille Facce
Mille Facce (A Thousand Faces)

Saggio è chi mi ha insegnato
a provocarmi dolore continuo
per risanare il tormento che ho dentro
come un bersaglio sin dall'istituto
ogni giorno continuo a subire
per regalare piacere e sostegno
nella vostra vuota esistenza
per donarvi un punto fermo
sul quale poter puntare il dito
e definire quest'uomo finito
vergognoso e peggiore di te
sol'un bersaglio peggiore di te...

Vedermi così goffo ti fa sentire più forte
ripomi i tuoi mali su di me
ricaricami di energia mortifera
e dammi quei soldi per la mia eroina
come ti giri ti accoltello!

Ho imparato a valere qualcosa
solo per gli altri
sono lo specchio del Male
ho pestato le donne, ho rubato e tradito
mi devo fare, mi devo fare!
ogni sporcizia ed ogni bassezza
raddoppia in me, mi faccio schifo
o forse no?
ma che vi ho fatto di male?
Dove cazzo sono? e chi sono? chi era mia madre?
che posto è questo?

E anche se a volte io piango
non cadere dal tuo piedistallo
non vorrai caricarti anche tu del mio triste fardello?


--

This one is about someone who seems apparently to be a living victim
and seems that he's like a sort of Jesus Christ, he gives his suffering to the others he is like a target for everyone. People throw all their negativity and their problems onto him and he's alive for this purpose. But in the end it comes out that he's not so Jesus-like he's just a black hole attracting darkness of all kinds because he feeds with it like a human poltergeist and he is totally confused he doesn't even know anymore who he is. The last three lines in English are something like this: “And even though sometimes I cry
don't you fall from your pedestal
don't you want to charge up yourself with my sad burden?”
Track Name: Abuso
Abuso (Abuse)

Nel silenzio vomita via la sua anoressia
testa china, insulti e schiaffi
umiliata e abusata da sempre
nasconde la lacrime a me!

"Non ti puoi più controllare!
Non senti il rancore!
non provi più niente
non conosci pietà
lei è come un'angelo e muore
vedo il suo viso appasire
tra i vestiti è rimasto solo il fetore
hai sporcato la sua innocenza..."

Quale mostro sono io diventato?
ciò che era un solo vizio adesso è cresciuto
sopravvivo soltanto nella mia perversione!
se nessuno mi ferma finirà molto male

(Le droghe non ti aiuteranno mai a superarla e lo sai
guarda in basso e non stupirti
perché non ci sarà nulla di nuovo
perché dall'inizio non c'è mai stato niente in noi e niente tra di noi
perché la tua esistenza
è solo una minuscola particella
d'un'errore enorme...

E come avrai capito era meglio che non ci conoscevi
era meglio restare nell'infanzia
era meglio abbandonare tutto prima
sarebbe stato meglio finirla in tempo
e bloccare questo meccanismo
che ha poi portato te stesso e noi insieme
verso la stessa rovina
che temevamo da sempre
alla fine hai ingannato anche noi.)

Ma quando torna il desiderio
non si ferma il testardo che è in me
rompe ossa, insulta ed abusa
come un'orso rabbioso, una furia

"Sei pazzo?
non puoi continuare così..
Allontanati, allontanala
finirà molto male
ma no non ti illudere
non si torna più indietro
che cosa hai fatto..."

Che cosa ho fatto?
La mia esistenza si è ridotta a questo
sono vivo soltanto nella mia perversione
sono vivo soltanto nella maledizione
e mi sorride la Luce
mi sorride la Luce

-

This one is different, it is like entering the mind of a psychopath
that abuses and rapes a girl non-stop and has a conversation with his subconscious that warns him and puts him in front of the truth and the shame of what he's doing. That's why there are two different vocal styles. The subconscious tells him to stop and he doesn't even know how to do it because his existence is only into the abuse act he's alive only in his perversion.